10 modi comprovati per ridurre i tassi di cancellazione delle e-mail

Condividere è prendersi cura!

State cercando un modo per ridurre il tasso di cancellazione delle email?

Marketing via e-mail è ancora uno dei modi più convenienti per acquisire clienti. Una recente indagine Priceonomics sui clienti indica che i 2/3 degli utenti di Internet aprono le e-mail di aziende che conoscono.

Se gestire un'attività di commercio elettronicoQuindi vale la pena di investire un po' di tempo per riflettere sui tassi di cancellazione delle e-mail.

Le disiscrizioni sono un argomento delicato. È facile mettersi sulla difensiva quando un cliente sceglie di cancellarsi dalle vostre e-mail e ricordarsi che state inviando così tante e-mail perché è un canale "prezioso" per acquisire nuovi clienti. (Per la cronaca, riteniamo che questa sia un'argomentazione estremamente errata: dovreste inviare tutte le e-mail che il vostro pubblico vi consente, non tutte quelle che volete inviare).

In ogni caso, la verità è che le disiscrizioni sono una cattiva notizia per la qualità dei dati. Se un cliente rinuncia alle vostre e-mail, perdete l'accesso alle sue informazioni di contatto. È quindi molto importante che facciate tutto il possibile per ridurre i tassi di disiscrizione.

Abbiamo quindi fatto alcune ricerche e sperimentato le nostre campagne e-mail per identificare le strategie più efficaci per ridurre gli opt-out e massimizzare i tassi di recapito delle e-mail. Ecco cosa abbiamo scoperto:

Come ridurre i tassi di disiscrizione delle e-mail

Come ridurre il tasso di disiscrizione delle e-mail

1. Indirizzare i clienti in modo più mirato

Un modo per ridurre gli opt-out è quello di inviare le campagne e-mail a un pubblico altamente specifico. Questa può essere un'arma a doppio taglio. In alcuni casi, questo vi aiuterà a ottenere tassi di apertura migliori perché gli iscritti avranno un interesse maggiore per ciò che avete da dire. Questo vale per i clienti che ricevono e-mail dai loro rivenditori o ristoranti preferiti.

Tuttavia, è anche importante ricordare che un pubblico molto specifico è di solito un pubblico ristretto e che un pubblico ristretto comporta un alto tasso di disiscrizione (più piccolo è il pubblico, più alto è il tasso di disiscrizione).

L'indagine Priceonomics indica che uno dei modi più efficaci per ridurre le disiscrizioni è evitare di inviare le e-mail a un pubblico ristretto. Dovete quindi valutare attentamente se il fatto di indirizzare i clienti in modo più mirato possa aumentare i tassi di apertura in misura sufficiente a compensare l'aumento dei tassi di disiscrizione.

2. Verificate che le vostre e-mail non siano bloccate.

Uno dei modi più rapidi per far sì che le vostre e-mail vengano contrassegnate come spam è quello di non autenticare il vostro dominio nei record DKIM e SPF. Se non avete familiarità con l'autenticazione delle e-mail, date un'occhiata a questo post del blog o a questo video per una rapida spiegazione: È possibile utilizzare l'analizzatore DMARC per verificare i record di autenticazione delle e-mail.

3. Costruire la fiducia dei vostri abbonati e clienti


Quando iniziate a inviare e-mail alle persone, queste non sanno chi siete o di cosa vi occupate. Potrebbero essersi iscritti alla vostra lista perché interessati a ciò che avete da dire, ma non sanno ancora se possono fidarsi di voi.

Ecco perché è importante creare fiducia con i vostri abbonati fin dall'inizio. Dimostrate loro che siete una fonte credibile di informazioni, fornendo contenuti di qualità che possono utilizzare. Aiutateli a conoscervi, ad apprezzarvi e a fidarsi di voi, in modo che siano più propensi a rimanere iscritti alla vostra lista.

Ecco alcuni modi per costruire la fiducia dei vostri abbonati:

  • Siate trasparenti su chi siete e cosa fate. Fate sapere alle persone cosa possono aspettarsi da voi e assicuratevi di mantenere le vostre promesse.
  • Rispondete alle esigenze e alle preoccupazioni dei vostri abbonati. Dimostrate loro che avete a cuore la loro esperienza, dedicando il vostro tempo a rispondere alle loro domande e alle loro preoccupazioni.
  • Siate coerenti con i vostri contenuti. Non cercate di essere tutto per tutti: concentratevi su una nicchia specifica e fornite contenuti di qualità che il vostro pubblico di riferimento apprezzerà.

Seguendo questi consigli, potrete iniziare a costruire la fiducia dei vostri abbonati e ridurre il tasso di disiscrizione alle e-mail.

4. Utilizzare domini troncati

I domini troncati sono utili per ridurre i tassi di cancellazione delle e-mail.

Ad esempio, se l'indirizzo e-mail della vostra azienda è qualcosa come info@companyname.com, l'utilizzo di un dominio troncato come nomeazienda.info renderà più difficile per le persone disiscriversi dalle vostre e-mail.

Questo perché per annullare l'iscrizione dovranno inserire l'indirizzo e-mail completo, il che è meno probabile che accada rispetto a quando devono inserire solo il nome dell'azienda.

5. Includere URL chiari nelle e-mail

Gmail utilizza il testo che appare nel campo "da" dell'e-mail per determinare se inserire o meno le e-mail nella scheda Promozioni.

Ciò significa che è importante includere un testo chiaro e descrittivo in questo campo, in modo che i clienti sappiano chi siete prima di aprire il messaggio. Se utilizzate Gmail, potete facilmente verificare se il campo "da" fornisce un contesto sufficiente facendo una rapida ricerca dei messaggi inviati dal dominio in questione:

6. Inviare contenuti e-mail personalizzati

La personalizzazione è uno dei modi più efficaci per mantenere i vostri abbonati impegnati. Infatti, secondo uno studio di Experian, le e-mail personalizzate offrono tassi di transazione 6 volte superiori rispetto alle e-mail generiche.

Esistono diversi modi per personalizzare i contenuti delle e-mail, ma uno dei più semplici è quello di utilizzare il nome dell'abbonato nell'oggetto e/o nel corpo dell'e-mail.

7. Mantenere i popup di sottoscrizione organizzati per interesse

Un modo per organizzare i popup di iscrizione è quello di suddividerli per interessi. Si tratta di segmentare la vostra lista in gruppi in base agli argomenti a cui sono interessati. In questo modo, è possibile offrire contenuti più mirati a ciascun gruppo, il che può contribuire a ridurre i tassi di cancellazione delle e-mail.

Si può anche utilizzare uno strumento come ConvertKit Forms per creare moduli d'iscrizione mirati. Ciò consente di mostrare moduli diversi a visitatori diversi in base ai loro interessi.

I contenuti mirati hanno maggiori probabilità di essere rilevanti per i vostri abbonati, il che può contribuire a ridurre i tassi di cancellazione delle e-mail.

8. Inserire una casella di controllo alla fine dei messaggi di posta elettronica

Inviate un messaggio in cui chiedete ai clienti di annullare l'iscrizione se non vogliono ricevere altre e-mail da voi.

La maggior parte dei servizi di posta elettronica fornisce sistemi che consentono ai clienti di rinunciare facilmente a una lista di e-mail se non desiderano più ricevere messaggi da quella fonte. Questo è particolarmente utile perché fornisce ai clienti un altro modo semplice per essere rimossi dalla vostra lista senza che il loro indirizzo venga inserito nella lista nera degli ISP (e forse anche di altre liste e-mail).

9. Monitorare la deliverability delle e-mail con un ESP di qualità

Il primo passo per ridurre il tasso di disiscrizione è assicurarsi che la deliverability delle e-mail sia la più alta possibile. Ciò significa utilizzare un ESP (provider di servizi di posta elettronica) di qualità che vi aiuti a far arrivare le vostre e-mail nelle caselle di posta dei vostri abbonati.

Nella scelta di un ESP occorre tenere conto di alcuni fattori, ma uno dei più importanti è il tasso di recapitabilità. Si tratta della percentuale di e-mail consegnate con successo alle caselle di posta degli abbonati.

I diversi fornitori di servizi di posta elettronica sono più adatti a diverse aziende, quindi assicuratevi di lavorare con uno che possa soddisfare le vostre esigenze specifiche. Inoltre, tenete presente che le funzioni che offre potrebbero non essere importanti per voi come altre, anche se sono vitali per alcuni dei vostri clienti.

Ad esempio, se siete agli inizi con l'email marketing, un'interfaccia facile da usare è probabilmente più importante del numero di integrazioni.

10. Utilizzare un processo di double opt-in

Un altro modo per ridurre i tassi di cancellazione delle e-mail è quello di utilizzare un processo di doppio opt-in. Con questo processo, le persone che si iscrivono alle vostre e-mail riceveranno prima un'e-mail che chiede loro di confermare l'iscrizione.

Solo dopo aver confermato l'iscrizione, inizieranno a ricevere le vostre e-mail regolari. Questo processo aiuta a garantire che solo le persone che vogliono davvero ricevere le vostre e-mail siano presenti nella vostra lista, riducendo così le possibilità che si cancellino.

Il bilancio

Ridurre i tassi di cancellazione delle e-mail è fondamentale per il successo delle vostre campagne di e-mail marketing. Implementando le strategie descritte in questa guida, potrete trattenere efficacemente i vostri abbonati e costruire un pubblico fedele.

Ricordate di monitorare e analizzare regolarmente le metriche delle vostre e-mail per identificare le aree di miglioramento e adattare continuamente le vostre strategie per soddisfare le esigenze in evoluzione del vostro pubblico. Con l'impegno e un approccio basato sui dati, è possibile ridurre i tassi di disiscrizione alle e-mail e ottenere una crescita significativa del successo dell'e-mail marketing.

Se desiderate un aiuto per migliorare la vostra deliverability delle e-mail o per gestire il vostro email marketing, non esitate a contattarci per una consulenza.

Lascia un commento